EOLIE. A Lipari sparisce il calcio

A Lipari, maggiore isola delle Eolie, la formazione calcistica locale di Terza categoria si è vista costretta a non iscriversi al campionato. Il presidente dell’Eoliana Lipari – questo il nome del club – Ugo Berté, insieme ai suoi cinque giovani soci, ha provato a tenere in vita questa realtà, ma un paio di settimane ha dovuto issare bandiera bianca: “Alla base della nostra decisione – spiega – ci sono due fattori: il primo, più triste, è la scarsa voglia da parte di diversi ragazzi di continuare a giocare, allenarsi ed onorare l’impegno e i colori della città, mentre il secondo è il disinteresse del tessuto imprenditoriale al calcio e in generale allo sport. Lo scorso anno abbiamo perso lo spareggio promozione , ma sapevamo di esserci garantiti una chance quasi certa di ripescaggio in Seconda. Io e gli altri soci abbiamo cullato il sogno del salto di categoria, ma purtroppo ci siamo dovuti scontrare ben presto con la realtà economica. Già per fare un campionato di Terza categoria ci servono almeno 9.000 euro all’anno per affrontarne uno superiore ne sarebbero serviti almeno 10.500. Ogni trasferta mediamente ci costa 350 euro. Dobbiamo prendere ogni volta due volte l’aliscafo per Milazzo e poi noleggiare uno o due pulmini da dieci posti per raggiungere il campo della squadra avversaria”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...