EGADI. L’Amp aderisce a progetto comune per la tutela dei banchi sommersi dello Stretto di Sicilia

Un documento comune di intenti, per avviare la procedura per la creazione di un’area di speciale tutela per i banchi sommersi dello Stretto di Sicilia, è stato sottoscritto dai partecipanti all’incontro di studio appositamente promosso dalla Soprintendenza del Mare, tenutosi nella sede di Palazzetto Mirto, a Palermo.

Tra le istituzioni presenti, che aderiscono all’iniziativa, c’era anche l’area marina protetta “Isole Egadi”.

L’incontro, coordinato dal soprintendente Sebastiano Tusa, ha visto la partecipazione di istituzioni, enti pubblici e di ricerca e associazioni, che si sono confrontati in merito alla necessità di sottoporre urgentemente a forme di tutela i numerosi banchi sommersi presenti nello Stretto di Sicilia.

I partecipanti hanno sottolineato che i banchi rappresentano il principale hot-spot della biodiversità mediterranea sull’intero Stretto, oltre che un settore del bacino ad elevata rilevanza sociale, economica e storica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...