USTICA. Trasporti, un mese senza collegamenti marittimi integrativi

(Roberto Rizzuto) La nave veloce della CdI “Isola di Vulcano” – la cui imminente entrata in servizio sulla tratta Palermo-Ustica era stata trionfalmente annunciata alla vigilia di Natale dall’Amministrazione comunale usticese quale temporanea soluzione al problema dell’interruzione del servizio di trasporto integrativo – continua, in realtà, a tenersi a debita distanza da Ustica.

Il 24 dicembre scorso, lo ricordiamo, la Regione siciliana, con nota a firma del dirigente Giovanni Arnone, aveva disposto alla CdI la movimentazione della sua unità navale veloce, che avrebbe dovuto lasciare le Eolie per servire Ustica, rimasta orfana, dal primo dicembre scorso, del servizio integrativo di trasporto, precedentemente affidato alla società Usticalines.

La sospensione di tale servizio, va sottolineato, è da addebitare al fatto che la Regione non sia stata in grado di espletare per tempo la gara per la riassegnazione del servizio, la cui scadenza era fissata al 31 ottobre scorso, termine, questo, prolungato di un mese, e definitivamente scaduto il 30 novembre. Nel frattempo, due gare con procedura negoziata indette dalla Regione per tamponare gli effetti della sospensione del servizio, in attesa dell’emanazione del bando comunitario, sono andate deserte: nessuna delle compagnie invitate a formulare un’offerta, infatti, si è fatta avanti.

Da qui il tentativo, finora risultato vano, da parte dell’Amministrazione comunale usticese e della Regione, di “forzare la mano” con la CdI, prima chiedendo alla compagnia l’introduzione di una seconda corsa giornaliera dell’aliscafo (proposta rigettata dalla CdI), quindi disponendo appunto alla compagnia stessa la movimentazione dell’unità “Isola di Vulcano” dalle Eolie a Ustica.

Il termine per l’entrata in vigore del nuovo assetto, secondo la disposizione della Regione, era fissato a un massimo di due giorni dall’emanazione della stessa (è dunque scaduto il 26 dicembre). Oggi, 28 dicembre, la nave veloce “Isola di Vulcano” risulta bloccata a Lipari per il maltempo, ma nei giorni scorsi ha regolarmente prestato servizio nell’arcipelago eoliano, anche dopo la scadenza dell’ultimatum della Regione, che evidentemente non sembra, almeno finora, aver sortito gli effetti auspicati.

E dopo quasi un mese, ormai, Ustica rimane priva di un servizio di vitale importanza, il trasporto integrativo, appunto, la cui interruzione sta causando gravi disagi alla popolazione residente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...