IL COMMENTO. Un atto dovuto trasformato nello sbarco sulla luna

(Roberto Rizzuto) L’arrivo, ieri pomeriggio, a Ustica, di quattro elicotteri carichi di derrate alimentari, unitamente al rifornimento di farmaci avvenuto sempre a mezzo elicottero un paio di giorni prima, ha dato sollievo alla popolazione residente, provata da oltre dieci giorni d’isolamento pressoché totale. Quello che, in ogni angolo del mondo, sarebbe considerato come un atto dovuto – anzi tardivo rispetto all’emergenza che si era creata – viene oggi celebrato da alcuni sui social network con la stessa enfasi di uno sbarco sulla luna. E’ sufficiente leggere alcuni commenti smodatamente entusiastici, legati agli eventi di ieri, per comprendere come una parte dell’opinione pubblica usticese – e quindi di riflesso italiana – abbia ormai perso cognizione dei propri diritti fondamentali di essere umani, al punto da celebrare un fatto assolutamente ordinario come una gentile concessione o, peggio ancora, come un evento da scolpire nella pietra a imperitura memoria. Chi, ieri, ha rifornito Ustica dopo un lungo periodo d’isolamento, ha semplicemente fatto (bene, occorre dirlo) il proprio lavoro. Ci si chiede però, per quale ragione, chi aveva la competenza e la responsabilità, abbia aspettato così tanto tempo per dare il via a questo intervento di assistenza. Una volta finiti i festeggiamenti, magari qualcuno risponderà a questa domanda.

Annunci

2 thoughts on “IL COMMENTO. Un atto dovuto trasformato nello sbarco sulla luna

  1. Non si può non ringraziare il Sindaco per aver messo in moto il meccanismo a salvaguardia dell’emergenza.
    Quest’ultimo avvenimento, tuttavia, sottolinea ancora una volta la difficoltà di comunicazione tra Amministrazione e cittadinanza. La maggioranza degli usticesi ha avuto notizia dell’arrivo di derrate alimentari solo dopo che si sono sentiti arrivare gli elicotteri.
    Una volta, ad Ustica, gli avvenimenti di particolare importanza erano annunciati da un uomo che percorrendo le varie stradine dell’isola e battendo sul suo tamburo attirava l’attenzione ed a gran voce dava gli annunci. Ora abbiamo un mezzo molto meno folkloristico che è il web. Sebbene il foglio fb Ustica Democratica, nato prima delle ultime amministrative usticesi, si sia poi trasformato in una piattaforma da cui vengono date tutte una serie di comunicazioni di servizio e si era aperto un dialogo diretto tra amministratori e cittadini, questo adesso sembra non funzionare più. Proprio in un momento di particolare sofferenza della popolazione viene a mancare il conforto e la rassicurazione da parte di chi sta amministrando, troviamo invece autocelebrazione da una parte e insofferenza dall’altra.

  2. Di certo quanto è accaduto ieri e si è ripetuto oggi non è minimamente paragonabile ad uno sbarco sulla luna, e non è sicuramente tardivo, se si considerano i fatti (di cui sono certo hai contezza), dopo la scellerata decisione del comandante della nave, di non collegare Ustica, il Sindaco non ha perso un secondo a riferirsi al Prefetto, per chiedere ciò che ha ottenuto. In riferimento al l’entusiasmo manifestato, che vuoi non tutte le emergenze di questo tipo sono state risolte in questo modo! Del resto gli usticesi non sono abituati a chiedere e ottenere, nonostante sia un atto dovuto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...