L’EDITORIALE. La selezione per il direttore dell’Amp? Intaccate l’intelligenza e la buona fede degli usticesi

In nome di una trasparenza rivelatasi posticcia, l’Amministrazione comunale di Ustica ha impiegato due mesi di tempo per nominare il nuovo direttore della locale area marina protetta, nella persona del dottor Salvatore Livreri Console, il cui incarico é stato formalizzato ieri dalla Giunta al termine di un iter iniziato il 20 febbraio scorso.

La strada era comoda e in discesa, ma qualcuno, in seno all’Amministrazione isolana, ha voluto inutilmente complicarla, producendo risultati grotteschi e lesivi dell’intelligenza e della buona fede dei cittadini: la convenzione ministeriale che affida al Comune di Ustica la gestione dell’Amp, infatti, dá facoltá all’Amministrazione comunale di nominare la figura del direttore dell’Amp con modalitá diretta, senza la necessitá di una procedura concorsuale o di una selezione pubblica. Cosí si era proceduto, ad esempio, senza andare troppo lontano nel tempo, nel caso di Giuseppe Di Carlo, ex direttore poi dimessosi dall’incarico.

Questa volta, invece, l’Amministrazione comunale ha voluto, inutilmente, strafare, organizzando una selezione pubblica, che ha richiesto quasi due mesi per essere espletata, il cui esito é stato clamorosamente anticipato da questo giornale in tempi non sospetti, ovvero giá il 13 marzo, ultimo giorno utile per la presentazione delle candidature, quando ancora non erano noti né il numero né i nomi di chi avrebbe preso parte alla selezione.

Sono stati sprecati quasi due mesi, a ridosso dell’inizio della stagione turistica, per una selezione pubblica non richiesta dalla legge – né dal buon senso, alla luce di quanto svelato da Buongiorno Ustica – quando si sarebbe potuto conferire l’incarico con nomina diretta e dare al direttore la possibilitá di iniziare il proprio lavoro per l’Amp giá a febbraio, mettendolo nelle condizioni di operare per tempo una programmazione adeguata in vista della stagione turistica.

Questa selezione, come il nostro giornale ha dimostrato, é stata una perdita di tempo, una sconfitta per chi l’ha proposta e gestita, una sconfitta per gli usticesi, intaccati nella loro intelligenza e buona fede.

 

Annunci

2 pensieri su “L’EDITORIALE. La selezione per il direttore dell’Amp? Intaccate l’intelligenza e la buona fede degli usticesi

  1. Se l’amministrazione non dovesse rendere noti i nominativi degli “aspiranti” trincerandosi dietro alla “privacy” ( se non esistesse dovrebbero inventarsela……) invito tutti i consiglieri comunali di buona volontà ( quindi sia di maggioranza che di opposizione) ad esercitare le loro prerogative di accesso a tutti gli atti comunali.
    Credo che sia interesse di tutti poter valutare – visto che la selezione non è stata, per quanto se ne conosce, gestita da esperti del settore-i nomi, rintracciandone le competenze, degli aspiranti direttori dell’amp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...