USTICA. Un lungo elenco di criticitá a poco piú di un mese dall’inizio dell’estate

(Frances Barraco) A poco piú di un mese dall’inizio della stagione estiva, ci troviamo a fare i conti con tutta una serie di criticità – in parte ereditate dalla passata Amministrazione – ancora non risolte, e sebbene da lungo tempo i cittadini chiedano di essere informati sullo stato dell’arte, nessun segno in tal senso arriva dall’Amministrazione in carica.

Parliamo, ad esempio, del centro di trasferenza di contrada Arso, ad oggi ancora sotto sequestro, del punto di raccolta dei rifiuti ingombranti in località cimitero, delle mini discariche abusive in giro per l’isola. Parliamo, ancora, del depuratore comunale, anch’esso ancora sotto sequestro, dell’area cimiteriale, il cui sequestro, ad oggi, ancora blocca i lavori di demolizione e riedificazione dei vecchi colombari, che, espurgati in vista della riedificazione, si stanno piano piano di nuovo riempiendo dei nuovi decessi; della camera mortuaria piena dei risultati dell’espurgo, ancora senza collocazione definitiva. Parliamo dell’emergenza trasporti, con il nuovo bando per il servizio di collegamento integrativo ancora da pubblicare – sarà la quarta volta- degli orari della Compagnia delle Isole, che per l’ennesima volta, nell’arco di quest’anno, dovrebbero cambiare per sopperire alla mancanza a tutt’oggi del nuovo servizio di collegamento integrativo. Parliamo delle nuove villette comunali che, frutto di un finanziamento statale, avrebbero dovuto essere consegnate già lo scorso luglio, e i cui lavori sono fermi quasi da un anno. Oggi le tre villette, allocate nel centro del paese, a cantiere aperto, accessibili a tutti e senza alcuna protezione, sono già in stato di degrado.

Il territorio di Ustica si estende solo per otto chilometri quadrati, tutte queste criticità sono quotidianamente sotto gli occhi dei cittadini e dei turisti già presenti sull’isola. Perché gli amministratori si sottraggono dal dare risposte sullo stato dell’arte? Come mai non capiscono che dare informazioni potrebbe servire sia a rasserenare gli animi degli usticesi, che più non hanno risposte più si preoccupano, e potrebbe servire agli operatori economici a rispondere con cognizione di causa alle domande che già stanno arrivando dai turisti presenti sull’isola?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...