USTICA. Il molo dello Spalmatore é brutto; il molo dello Spalmatore é bello: l’incredibile giravolta del sindaco Licciardi

(Frances Barraco) La strenua opposizione all’allestimento di un approdo alternativo in zona Spalmatore – argomento, questo, su cui Attilio Licciardi e “Ustica Democratica” fondarono parte della propria campagna elettorale in occasione delle Amministrative del 2013 – é caduta come un castello di sabbia raggiunto dalle onde, ieri sera, in Consiglio comunale: tre consiglieri di maggioranza – Ailara, Tranchina e Zanca – hanno infatti portato all’attenzione del Consiglio una mozione d’indirizzo, udite udite, volta alla realizzazione di uno studio di fattibilità sulla possibilità di trasformare il moletto di Punta Spalmatore in un attracco alternativo per gli aliscafi.

Questa mozione, quando se ne è conosciuta la natura, già prima del Consiglio comunale di ieri, aveva prodotto grande inquietudine tra molti dei cittadini che avevano votato per la lista “Ustica Democratica”. La mozione risulta essere quasi un copia e incolla di un progetto presente all’interno del programma amministrativo della lista “L’Isola” di Salvatore Militello; progetto a gran voce ricusato e deriso in campagna elettorale, sia dai sostenitori della lista “Ustica Democratica” di Attilio Licciardi, che da tutti i componenti della lista medesima, candidato sindaco in testa.

Le motivazioni contrarie furono, allora, così incisive da tacitare il candidato sindaco Militello; infatti nell’ultimo incontro pubblico tra i due candidati, poco prima del voto, fu evidenziato come nessun intervento è possibile operare sul moletto di Punta Spalmatore, in quanto rientra in pieno in zona di preriserva.

La mozione di indirizzo è stata illustrata da uno dei firmatari, Zanca, il quale ha spiegato che questa opera, a suo dire molto poco invasiva, consisterebbe nell’installare due respingenti a saracinesca, in modo da garantire le operazioni di imbarco e sbarco per gli aliscafi nei giorni in cui venti provenienti dai quadranti meridionali dovessero ostacolare le medesime operazioni in Cala Santa Maria.

Questa ipotesi, abbracciata dai consiglieri di maggioranza e dal sindaco, è stata più che positivamente accolta dal gruppo di minoranza, che ha visto, a distanza di due anni, sdoganato quel progetto che faceva parte integrante del loro programma di amministrazione dell’isola.

Presente ai lavori del Consiglio anche il nuovo direttore della Amp Livreri Console, al quale è stata chiesta un’opinione in merito. Livreri Console, molto cautamente, si è riservato di fare una attenta valutazione, ma ha sottolineato che lo studio di fattibilità non potrà non tenere conto dell’eventuale impatto ambientale di un aliscafo sulle acque dello Spalmatore.

L’unica voce discordante è stata quella della consigliera Lupo, la quale si è dichiarata allibita dalla presentazione di questo atto di indirizzo da parte del gruppo di maggioranza, e ha chiesto quali fossero i veri motivi che avessero spinto la maggioranza a presentarlo, visto che in campagna elettorale questo argomento, presentato quasi pedissequamente dalla lista “L’Isola”, era stato addirittura deriso dalla lista “Ustica Democratica”. Lupo ha ipotizzato che, forse, il gruppo di maggioranza abbia voluto distrarre l’attenzione dei cittadini dalle tante e gravi criticità che affliggono Ustica, e ha chiesto infine ai consiglieri di maggioranza di fare un atto di onestà intellettuale e dimettersi, avendo tradito gli elettori che hanno loro dato il voto. Quello della consigliera Lupo è stato l’unico voto contrario.

Altro punto affrontato, ha riguardato l’integrazione chiesta dal gruppo di minoranza in merito alla situazione trasporti. L’analisi storica dei fatti, dallo scorso novembre ad oggi, conferma uno scenario sempre più preoccupante, in cui l’unica compagnia che collega Ustica alla terraferma è la “Compagnia delle Isole”, che dotata di mezzi marittimi poco affidabili non sempre riesce a rispettare le corse previste, e la procedura negoziata a inviti non dá garanzie di buona riuscita, essendo stato ripresentato lo stesso bando andato deserto per tre volte.

Nella seduta di ieri, il Consiglio comunale, con votazione a scrutinio segreto, ha inoltre nominato il revisore dei conti: erano due i candidati, ed è stato riconfermato Vincenzo Bruno, revisore uscente che si era ricandidato.

Annunci

3 pensieri su “USTICA. Il molo dello Spalmatore é brutto; il molo dello Spalmatore é bello: l’incredibile giravolta del sindaco Licciardi

  1. Allora. Metabolizzata la pessima uscita dell’amministrazione che è oggetto dell’articolo, ne vanno ricercate ke motivazioni.
    A mio avviso la principale è che in questo modo si vogliono evitare saldature tra gli ex sostenitori dell’amministrazione in carica ed i suoi oppositori da sempre.
    L’unico voto contrario in consiglio ne è’ testimonianza.
    L’azione- apparentemente priva di coerenza- e’ analoga alla estemporanea notizia della denuncia di un candidato della lista avversaria nei confronti dell’ex vice sindaco dimissionario.
    Un’ azione da puparo, che considera le persone strumenti da gestire.
    Un’azione che non ha nulla a che fare con la “bella politica” .
    Il da farsi, a questo punto, e’ resistere al tentativo di far emergere le divergenze e che gli ex sostenitori traditi parlino, continuino a parlare con gli oppositori da sempre. Per capirsi e trovare un terreno comune. Il buon senso, vivaddio, non ha colore politico, cosi’ come l’onesta’ intellettuale.
    Sono le manipolazioni che bisogna impedire. Avvelenano i rapporti umani, non fanno crescere e non aiutano a risolvere i problemi che attanagliano l’isola.

  2. Superato, si fa per dire, il trauma del feroce tradimento rimane la rabbia verso una continua presa in giro nei confronti dell’ intelligenza umana. In queste ore infatti, i non traditi elettori (come è possibile??) e alcuni tra gli amministaratori tentano una difesa senza dignità alla mozione votata due giorni fa. Si sente dire che non è loro intenzione fare un molo, ma verificare se ciò sia possibile!Siamo giunti al non senso assoluto. Perchè mai dovrebbero perdere tempo ed energie per verificare la fattibilità di una cosa che non si vuole fare?.Perchè non occupano il loro tempo per portare avanti i punti di un programma, non ancora realizzato,per cui sono stati eletti e vengono pagati?Altri dicono, che non bisogna allarmarsi, che sarà solo un approdo dove di tanto in tanto attracchera l’ aliscafo, senza impatto ambientale. Inanzitutto vorrei dire loro che anche l’ uomo ha un impatto ambientale notevole, come potrebbe non averlo un aliscafo? Qui non si tratta solo di cemento, si tratta di vedere ormeggiato un aliscafo in uno dei posti più belli della Sicilia. Inoltre è chiaro ai più, almeno quelli lungimiranti, che si creerebbe un precedente che potrebbe dare inizio ad una speculazione edilizia.Vorrei tanto chiedere al nostro Sindaco, a alla la SUA giunta e ( in effeti due componenti su quattro non dovrebbero essere li) al SUO consiglio che cosa vuol dire area marina PROTETTA. Vorrei chiederegli che modo è questo di Proteggere un area marina. Vorrei chiedergli perchè in consiglio non discuto di Rifiuti. Vorrei chiedergli perchè si inventano dei problemi come quello dell’ approdo, invece di risolvere i problemi reali visto che lui parla di vita reale. Vorrei chiedergli infine perchè non impiega il suo tempo a per avere dei mezzi adeguati con orari decenti. Vorrei chiedergli perchè non cerca un pò di dignità ,dentro quell’ involucro di incoerenza, e di forza per dare le dimissioni.Infine spero che il nuovo Direttore faccia sentire la sua voce, opponendosi fermamente a questa follia. è un suo dovere!lo deve ai pesci, al mare, alla natura, alla sua dignità di uomo di scienza.
    PS: Attilio, assessori, consiglieri, non ci importa se è un approdo, un porto, queste sono solo chiacchiere a noi interesse che nessun tocchi quel posto, che nessuna nave , aliscafo, catamarano, si avvicini a quella parte dell’ isola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...