FILM SU STRAGE AEREA. Terzo appello al Comune perché tuteli il nome di Ustica

Il 28 aprile scorso, e successivamente il 19 maggio, la nostra redazione ha lanciato un appello alle istituzioni locali, affinché si adoperassero per far cambiare titolo al film, in corso di realizzazione, “Ustica. The missing paper” (“Ustica. Il documento mancante”, ndr); il lungometraggio del regista Renzo Martinelli si incentra sulla strage del DC9 Itavia, l’aereo caduto nelle acque del Tirreno il 27 giugno 1980, mentre era in volo tra Bologna e Palermo. Ottantuno furono le vittime, 77 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio, senza considerare le successive “morti collaterali” sospette di numerosi testimoni.

Il titolo della pellicola, destinata al cinema, ancora una volta, associa l’isola di Ustica con la strage aerea, malgrado le ricerche e gli studi piú recenti abbiano oltre ogni ragionevole dubbio mostrato la non correttezza, sul piano della ricostruzione storica dei fatti, di tale associazione.

Due, finora, e con questo tre, i nostri appelli all’Amministrazione usticese affinché si attivi per tutelare il nome dell’isola. Ad oggi, nessuna risposta.

Annunci

3 thoughts on “FILM SU STRAGE AEREA. Terzo appello al Comune perché tuteli il nome di Ustica

  1. quanto asserito nell’articolo non è certo una banalità, perché soventemente sorvolando l’isola al ritorno di un viaggio aereo mi è capitato di sentire commenti fatti da persone, che vengono in gita in Sicilia,” questa è l’isola dove è avvenuta la disgrazia”, associando un’isola meravigliosa ad un fatto terribile che non le appartiene. Bisogna insistere perché l’isola non venga associata ad una disgrazia aerea che è avvenuta sicuramente per altri motivi e lontano dall’isola.

  2. Perché non lanciate un appello alla comunità dei residenti? Ogni singolo usticese, di nascita o d’adozione, subisce un danno. Se l’amministrazione in carica la pensa diversamente, ritenendo che anche legare il nome dell’isola a storie di morte, tradimenti, paura, odio ecc. la veicoli meglio nel mondo, i cittadini possono difendersi da soli, magari raccogliendo firme di protesta contro la produzione che continua, per comodità di richiamo, ad usare impropriamente il nome dell’isola . Il secondo passo è la richiesta di inibizione del prodotto cinematografico e/o la rettifica inserita nei titoli di testa. Od altre forme di compensazione. Si può ragionare di una strategia per far cessare, stavolta definitivamente, questa accoppiata ( isola/ disastro aereo)che è un falso storico.

  3. Rimuovere questa triste e palese falsa accoppiata dalla mente di milioni di persone dopo 35 anni di martellamento mediatico giudiziario, rappresenta un’impresa ardua.Sono d’accordo,il primo passo dovrebbe essere un atto politico.Giovanni Tranchina (Tacco)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...