USTICA. Cosa ferma l’annunciata attivazione del servizio di collegamento integrativo con l’isola?

(Frances Barraco) L’annosa vicenda del servizio di collegamento integrativo, che si è ormai conclusa per le Pelagie e Pantelleria, resta ancora in sospeso per Ustica.

Lo scorso 11 luglio, il sindaco Licciardi aveva annunciato l’affidamento del servizio alla compagnia Smiv di Cefalù; da allora si è ancora in attesa dell’inizio del servizio, né altre comunicazioni ufficiali sono arrivate dall’Amministrazione; soltanto indiscrezioni che continuano a rimandare l’evento da un giorno all’altro.

Secondo quanto annunciato dal quotidiano “la Repubblica” in un articolo dello scorso giovedí, il servizio ad opera della Smiv sarebbe dovuto iniziare oggi, lunedi 27 luglio, ma anche questo annuncio si è dimostrato inesatto.

É, a questo punto, evidente che qualcosa non quadra in questo ennesimo capitolo di una lunga storia che sta provando, ormai da otto mesi, la comunitá usticese.

Nonostante la necessità e urgenza dichiarata dal dirigente generale del dipartimento dei Trasporti della Regione, Bellomo, in un Ddg dello scorso 2 luglio, che ha prodotto l’affidamento dei collegamenti con le Pelagie e con Pantelleria alla società Usticalines, Ustica continua a restare al palo.

Anche se si è abbondantemente fuori tempo massimo per cercare di recuperare e sanare il danno economico prodotto dall’inefficienza degli uffici regionali – a Ustica si lavora non più di uno o due giorni a settimana e neanche bene – resta comunque inevaso il diritto alla continuità territoriale. Se questa compagnia di nuova costituzione, dopo venticinque giorni, non è ancora in grado di iniziare il servizio, occorre urgentemente adottare altre soluzioni.

Annunci

One thought on “USTICA. Cosa ferma l’annunciata attivazione del servizio di collegamento integrativo con l’isola?

  1. Su tutta questa vicenda sul trasporto integrativo è stata scritta una delle pagine più nere della storia recente della nostra Isola.Le motivazioni sono diverse,ma quella più evidente è stata la nostra divisione nell’affrontare il problema.Due linee in netta contrapposizione,una che sosteneva dando piena fiducia l’operato della Regione Siciliana,l’altra contraria e palesemente critica come si è evidenziato nelle varie assemblee cittadine.Ad oggi in piena stagione turistica siamo penalizzati e ancora al punto di partenza.La domanda sorge spontanea,chi ha sbagliato? Tacco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...