USTICA. Collegamenti integrativi: debutta il “Mistral”, ma le perplessitá rimangono

(Frances Barraco) Sono ripresi oggi, dopo otto mesi esatti di assenza del servizio, i collegamenti marittimi integrativi tra Ustica e Palermo, operati dalla società “Visit Sicily Tours”. Il contratto prevede lo svolgimento di due corse giornaliere di andata e ritorno tra Palermo e Ustica, per una durata di sette mesi. Le partenze sono fissate alle 7 e alle 14 da Palermo; alle 9 e alle 18,30 da Ustica.

Il costo dei biglietti é di 9,13 euro per i residenti e di 24,01 euro per i non residenti. La partenza da Palermo, per i non residenti, è gravata del ticket d’ingresso (poco più di due euro).

Il mezzo adoperato per l’espletamento del servizio é il “Mistral”, un monocarena che desta non poche perplessitá circa la sua reale adeguatezza a coprire una tratta impegnativa come quella Palermo-Ustica. Impensierisce, ad esempio, che il ponte superiore sia aperto e che il mezzo sia, appunto, un monocarena, in pratica un motoscafo d’alto mare, che giá all’esordio, stamani, é stato visto rollare parecchio, sia in arrivo che in partenza da Ustica.

Annunci

3 pensieri su “USTICA. Collegamenti integrativi: debutta il “Mistral”, ma le perplessitá rimangono

  1. siamo destinati ad andare sempre indietro, invece di incoraggiare il lavoro dei privati onesti e di grande volontà e tenacia, subito qualcuno a criticare…. chissà perchè…

  2. Infatti rispetto al catamarano, mezzo utilizzato dal precedente vettore “Ustica Lines” siamo andati indietro su tutti i fronti.Tacco

  3. E’ una settimana che tento,invano, di commentare ma la rete – che va e viene- sarà evidentemente gestita dal megafono…..
    Allora.
    1) Nion capisco perchè per “spezzare il monopolio dei trasporti navali da e per Ustica” (,ma non era un duopolio?) sia stato necessario distruggere quel poco di economia che ancora sopravviveva in loco; 2) Non capisco perchè, per farlo, bisognava attendere i primi di agosto; 3) Non capisco come si possa definire “mantenimento di promesse, risoluzione di problemi” ecc. l’affidamento diretto di un servizio dopo svariati bandi di cui il primo sbagliato con un errore da penna rossa ( omissione di pubblicazione in gazzetta comunitaria atteso il valore dell’appalto); 4) Non capisco come possano aver celebrato tanta inefficienza, tutti assieme, presidente della regione ( assente il senatore della porta accanto, direbbe l’ottimo Buttafuoco), capogruppo PD all’ars, assessore al turismo,segretario regionale del PD, sindaco paziente e lungimirante di Ustica e, dulcis in fundo, il dirigente generale dell’assessorato alle infrastrutture. Da notare che si tratta di un burocrate evidentemente buono per tutte le stagioni e riconosciuto tale, tant’è che nessuno gli ha addebitato l’errore (ma fu vero errore?!?) di non aver curato la pubblicazione del I bando in GUCE.
    Detto questo, cari concittadini usticesi, credo che sarebbe il caso di smettere di partecipare alle parate dei politici in comune: non hanno neanche la decenza di non farsi vedere e tentano di gabellare operazioni di bassa macelleria,finalizzate a togliere anche l’ultimo filino di muscolo dall’osso,per grandi risultati e sol dell’avvenire.
    Poi, come si possa ritenere un interlocutore l’attuale presidente della regione, è cosa che solo i miei ex amici m5s possono spiegare…..sicuramente non cracolici e raciti che un giorno ne invocano le dimissioni come una liberazione, un altro vedono le intenzioni di voto e cambiano idea……………..
    Leggevo propria stamattina un articolo di un signore abruzzese che rilevava come il pd attuale sia riuscito a portare a termine tutte le peggiori nefandezze ambientali che l’amministrazione precedente di centrodestra aveva vanamente tentato, finendo per bloccarsi davanti alla rivolta delle comunità locali spalleggiate da associazioni, parrocchie, sindacati …..mutatis mutandis anche ad Ustica, con la “storia della villetta (3!) infame” è accaduto qualcosa di simile.
    La vecchia amministrazione ha fatto il lavoro “sottotraccia” e la nuova ha regalato agli usticesi la realizzazione di villa sarcofago con slargo propizza……
    In fondo la dieta mediterranea va per la maggiore e la pizza e’ un alimento mediterraneo per eccellenza. Tra un boccone e l’altro si riesce persino ad ingoiare lo scempio del centro storico di un’isoletta che meritava di più di un summit di megafoni e trombette in disarmo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...