USTICA. Giunte tre offerte per il recupero del faro di Punta Cavazzi

Alla scadenza dei termini fissati dal relativo bando di concorso sono trentanove le proposte giunte per il recupero e il riuso di undici fari distribuiti sul territorio italiano, di proprietá dello Stato.

Il bando di gara, appena chiuso, ha visto una grande partecipazione da parte dell’associazionismo sociale e ambientale, nonché dell’imprenditoria immobiliare e di investitori esteri.

In particolare, per i fari in gestione all’Agenzia del demanio, le offerte si sono così distribuite: tre per il faro di Brucoli, ad Augusta (Sr), sei per il faro di Murro di Porco, a Siracusa, quattro per il faro di Capo Grosso, nell’isola di Levanzo (Tp), tre per il faro di Punta Cavazzi, a Ustica (Pa), sette per il faro di Capo d’Orso, a Maiori (Sa), sei per il faro di Punta Imperatore, a Forio d’Ischia (Na), tre per il faro di San Domino, alle isole Tremiti (Fg).

Per quanto riguarda i fari gestiti dal ministero della Difesa, sono pervenute due offerte per il faro Punta del Fenaio, due per il Faro di Capel Rosso, sull’isola del Giglio (Gr), tre per il faro Formiche di Grosseto e nessuna offerta per il faro di Capo Rizzuto, a isola di Capo Rizzuto (Kr).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...