EGADI. I “delfini guardiani” dell’ambiente alla scoperta delle bellezze da tutelare

Grande attenzione, alle isole Egadi, viene riservata, come da tradizione nell’arcipelago, al tema della salavaguardia dell’ambiente. Un ruolo di primo piano, in questo senso, viene ricoperto dai cosiddetti “delfini guardiani”, ovvero gli studenti protagonisti del percorso di educazione ambientale di Marevivo ed Msc. Questa volta, a guidare nella nuova avventura di due giorni, appena conclusa, gli alunni dell’istituto comprensivo Rallo di Favignana e Marettimo ci hanno pensato gli uomini della Capitaneria di Porto di Trapani e di Favignana, oltre ai responsabili dell’area marina protetta “Isole Egadi”.

A Favignana gli studenti hanno visitato il centro di recupero tartarughe dell’isola. Gli operatori dell’Amp Monica Russo e Serena Marchese hanno mostrato da vicino l’uso delle principali strumentazioni mediche indispensabili per il salvataggio dei rettili marini feriti e hanno illustrato il ruolo istituzionale dell’area marina protetta “Isole Egadi” per la tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico dell’isola.

Il progetto di Marevivo è realizzato grazie al sostegno della fondazione Aeolian Islands Preservation Fund, di Mari del Sud Resort & Village di Vulcano, della fondazione Barbaro, di Federalberghi Isole Eolie, di Usticalines e di Siremar. L’iniziativa, che coinvolge circa 450 studenti degli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi, gode del patrocinio del ministero dell’Ambiente, della Federparchi, dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Favignana e dell’area marina protetta “Isole Egadi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...