TRASPORTI. Bentornata a casa, Usticalines

alem(Frances Barraco) L’inizio della primavera ha accompagnato il ritorno a Ustica della Usticalines, la compagnia di navigazione che, per cinque anni, sino al 30 novembre 2014, aveva garantito il servizio di collegamento integrativo con l’isola di Ustica.

Cinque anni di ineccepibile servizio, che hanno portato alla nascita di un’amicizia tra gli usticesi e il personale di bordo. Questa mattina, all’arrivo al porto, c’era una piccola delegazione di benvenuto, che ha voluto festeggiare il ritorno della Usticalines con torta e spumante.

La stazza del catamarano “Ale M”, il mezzo messo disposizione dalla compagnia per questo servizio, riportata alle dimensioni del Mistral della VisitSicily Tour, che ha servito l’isola sino a ieri, ha fatto un po’ impressione; tuttavia non si può non ricordare con gratitudine la cortesia e la disponibilità del personale di bordo del Mistral, che il 31 luglio dello scorso anno, con la sua entrata in linea, aveva interrotto quei lunghissimi mesi – otto – di incertezza e inadeguatezza dei trasporti integrativi, che hanno segnato profondamente la vita degli isolani e l’economia dell’isola tutta.

Se, da una parte, l’entrata in linea del Mistral era stata salutata dalle istituzioni locali e regionali con grandealem3 enfasi – con il viaggio inaugurale, allora, erano arrivati sull’isola, tra gli altri, anche il presidente della Regione, Rosario Crocetta, e l’assessore Antonello Cracolici, che avevano intrattenuto la cittadinanza nell’aula consiliare – oggi, il viaggio inaugurale dell’Ale M non ha portato a Ustica alcun notabile, né tra la delegazione di benvenuto era presente alcun amministratore usticese.

Il sindaco Licciardi si è limitato a una comunicazione alla cittadinanza nella quale parla di importanti novità a tutela della comunità isolana, quali il pagamento a corsa, una durata di cinque anni dell’appalto e una base d’asta più congrua che ha consentito un notevole risparmio per le casse pubbliche.

alem2Aggiungiamo che altro notevole risparmio la Regione l’ha ottenuto contraendo la durata del servizio nell’arco dell’anno: infatti, per il primo anno, iniziando da oggi, il servizio si interromperà il 31 dicembre, e dal secondo anno in poi sarà attivo dal 1° aprile al 31 ottobre, lasciando scoperti i mesi autunnali/invernali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...