NATURA. Fatevi un regalo, andate a Ustica

videoamp(Frances Barraco) Questo video, realizzato dalla area marina protetta “Isola di Ustica” nel 2014, anno in cui la gestione della Amp stessa è ritornata al Comune di Ustica dopo dieci lunghi anni di interregno, segna la capacità di questo luogo di mantenere immutata nel tempo la sua bellezza.

Soltanto otto chilometri quadrati di territorio, e sono a misura d’uomo. A piedi, in due ore, si può percorrere la strada carrozzabile che ne segna il perimetro interno. Ed il tempo si dilata.

Questo minuscolo territorio tutto contiene, dagli albori dell’uomo, con un villaggio preistorico all’interno del quale si ha la forte percezione di quella che poteva essere la vita allora e dove l’atmosfera trasmette una sensazione quasi fisica, agli insediamenti fenici e romani, fino all’impronta dei borboni nelle due torri di avvistamento in contrada Spalmatore e su cala Santa Maria. Il paese, anch’esso piccolo, caratterizzato da stradine strette ed acciotolate, è tutto da scoprire.

Ma l’isola ha un padrone munifico, la natura, che continua a regnare incontrastata attraverso i colori netti e cangianti contemporaneamente; e poi il vento: Ustica è uno dei due luoghi in Italia a ventilazione costante; gli odori, il cielo ricco di stelle e il mare, ricchissimo di pesci, che trent’anni di area marina protetta hanno preservato. Fare il bagno a cala Sidoti è come farlo in un acquario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...