USTICA. Nomina direttore Amp, nessuna capacitá divinatoria: ma risposte andavano chieste un anno fa

(Roberto Rizzuto) Il blog “Ustica Sape” é ritornato, oggi, su un argomento noto ai nostri lettori, ovvero la procedura con cui, circa un anno fa, si giunse alla nomina di Salvatore Livreri Console quale direttore dell’area marina protetta “Isola di Ustica”.

Il 13 marzo 2015 correva l’ultimo giorno utile per la presentazione delle candidature relative alla selezione pubblica indetta dal Comune di Ustica per individuare, appunto, il nuovo direttore della locale Amp.

In quello stesso giorno, quando ancora non erano noti né il numero né i nominativi dei candidati, e prima quindi che la selezione venisse di fatto espletata, “Buongiorno Ustica” anticipó, anagrammandolo, il nome del vincitore, Salvatore Livreri Console, poi ufficialmente insignito dell’incarico dalla Giunta comunale.

A seguito di quell’articolo che gettava ombre consistenti su una procedura di selezione peraltro non richiesta dalla legge ma messa in atto dal Comune in nome di una sbandierata trasparenza, a piú riprese, abbiamo chiesto pubblicamente spiegazioni all’Amministrazione comunale; appelli, i nostri, puntualmente caduti nel vuoto. Né, d’altra parte, fatto salvo un generico senso di indignazione espresso da alcuni utenti sui social network, ci risulta alcuna iniziativa posta in essere a suo tempo nelle sedi competenti, in primis il Consiglio comunale dell’isola, per ottenere chiarimenti sulla vicenda.

La questione della gara relativa alla nomina del direttore dell’Amp é, insomma, passata in cavalleria, senza che nessuno, in seno agli organismi preposti, si sia sentito in dovere di chiarire come sia stato possibile che un giornalista residente a quattromila chilometri di distanza da Ustica sia stato in grado di prevedere l’esito di una selezione pubblica, ancor prima che fossero stati resi noti il numero e i nomi dei partecipanti.

Il responsabile di Ustica Sape scrive di augurarsi che qualcuno “bene informato”, e cita il sottoscritto, possa spiegare come mai la scelta sia poi caduta su Livreri Console.

Risposte adeguate, in tal senso, andavano a nostro avviso chieste a gran voce a suo tempo, anzitutto in sede di Consiglio comunale. Oggi ci sembra un tantino tardivo chiedere – e soprattutto aspettarsi – delucidazioni da un’Amministrazione che non le forní giá allora, a seguito delle nostre domande; forse, se assieme alle domande di un giornalista, ci fosse anche stata un’azione incalzante da parte della minoranza in Consiglio comunale, che lasció invece colpevolmente correre, oggi non ci sarebbe bisogno di porsi piú domande in merito a quell’episodio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...