USTICA. Grazie alla minoranza un momento di democrazia partecipata: Morace (SNS) incontra la cittadinanza

morace(Frances Barraco) ll 6 maggio scorso, su iniziativa del gruppo consiliare di minoranza “L’Isola”, veniva annunciato un incontro pubblico con Ettore Morace, amministratore delegato della LibertyLines (già Usticalines), con invito esteso a tutta la cittadinanza, nonché al sindaco e a tutti gli amministratori. Così, ieri, 9 maggio, ha avuto luogo l’incontro, che ha fatto registrare un grosso successo di pubblico; d’altra parte l’argomento “trasporti” è di primaria importanza per gli isolani.

Oltre agli ospiti e agli organizzatori, erano presenti semplici cittadini e rappresentanti di tutte le categorie economiche dell’isola. Hanno brillato per la loro assenza, invece, sia l’Amministrazione attiva, sindaco compreso, che i consiglieri di maggioranza, pur avendo avuto, l’evento, una buona campagna pubblicitaria.

Dopo una breve introduzione da parte di Salvatore Militello, ex candidato sindaco del gruppo “L’Isola”, la parola è passata a Morace, che aveva appena cominciato un discorso, in merito all’argomento “trasporti veloci”, quando sono iniziate le domande. Da parte nostra, in riferimento alla nota vicenda dei collegamenti integrativi svolti in convenzione regionale, abbiamo chiesto come mai la compagnia avesse lasciato andare deserti ben quattro bandi per presentarsi soltanto al quinto, che in niente si discostava dai precedenti. Morace ha risposto che, sin dal primo bando, Usticalines aveva lamentato l’errato calcolo, da parte della Regione, in merito al costo del carburante e altri errori di calcolo riguardanti il contributo da erogare, sino al momento in cui il Rina, chiamato in causa dalla Regione, ha rivisto le cose e chiarito, almeno in parte. Soltanto allora, la compagnia, pur avendo impugnato il bando, ha partecipato e si è aggiudicata il servizio.

Altra nostra domanda ha preso spunto da quanto pubblicato sulla pagina Facebook di “Ustica Democratica” dal sindaco Licciardi, che, un paio di giorni fa, affermava che, insieme alla direzione della SNS, era stato concordato un comunicato relativo a un prossimo incontro tra la SNS e lo stesso Licciardi volto “all’ottimizzazione della continuità territoriale”. “Nell’ambito di una strategia mirata all’ottimizzazione della continuità territoriale e alla promozione del turismo su standard europei – si legge in questa nota – mercoledì prossimo, a Palermo, i vertici di SNS incontreranno il primo cittadino di Ustica. Il confronto sarà finalizzato a migliorare il servizio offerto secondo le istanze della comunità locale e in previsione dell’imminente stagione estiva”.

In merito a quanto pubblicato da Licciardi, Morace ha avocato alla SNS il testo del comunicato stampa, che, ha specificato, “non è stato concordato con nessuno”. Quello che ci ha colpito di questo comunicato è il fatto che parla di “ottimizzazione della continuità territoriale”. A nostro avviso, abbiamo detto, la continuità territoriale c’è o non c’è, e non capiamo come la si possa ottimizzare. Al momento e sino a fine anno la continuità territoriale viene soddisfatta dal servizio reso dalla Libertylines. Quello di cui il comunicato parla, ha spiegato Morace, riguarda un’ottimizzazione degli orari di arrivo e partenza di aliscafi e catamarano, che, nell’arco della stagione turistica, arriveranno a cinque corse in arrivo e in partenza. Resta, tuttavia, l’assenza di continuità territoriale per cinque mesi su dodici, in quanto il servizio svolto dalla Libertylines in convenzione regionale, quest’anno, si interromperà il 31 dicembre, per riprendere il 1° aprile e chiudersi il 31 ottobre, e così per tutta la durata del servizio prevista dal bando. La compagnia, ha affermato Morace, non può cambiare questo stato di fatto, i cittadini possono, attraverso l’Amministrazione comunale, chiedere soddisfazione alle loro richieste direttamente alla Regione e al ministero dei Trasporti.

Novità importanti, nella nuova gestione dei trasporti, riguardano gli abbonamenti, che non sono più previsti, mentre viene riconosciuto il biglietto a tariffa residente ai pendolari e ai proprietari di seconde case a Ustica, nonché ai nativi.

Pur rifuggendo dalle considerazioni, non possiamo non osservare che, ormai, da lungo tempo non ci sono più incontri pubblici tra Amministrazione e cittadini, questa di oggi è stata la prima volta, dopo lungo tempo, in cui si è esercitata la democrazia partecipata. Liberamente e in modo disciplinato, ognuno ha potuto esternare il proprio pensiero, porre domande e fare ipotesi sul tema “trasporti” che coinvolge e sconvolge tutti gli isolani; non si riesce a individuare motivi ragionevoli che abbiano portato alla totale assenza, non solo del sindaco, ma dell’Amministrazione attiva tutta, oltre che dei consiglieri di maggioranza, eppure mercoledi il sindaco Licciardi andrà a perorare le istanze della comunità con i vertici della SNS, pur non essendosi interfacciato, in merito, con la cittadinanza usticese.

Foto di Gigi Tranchina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...