ENTI LOCALI. Ars, passa norma sull’elezione automatica dei sindaci di Palermo, Messina e Catania a guida delle rispettive aree metropolitane

É passata all’Assemblea regionale siciliana sul filo del rasoio – 34 voti favorevoli contro 32 contrari – la norma Delrio, che prevede l’elezione automatica dei sindaci di Palermo, Catania e Messina a guida delle rispettive aree metropolitane, che coinvolgono le tre province.

La legge regionale, voluta e sostenuta dal governo e da buona parte della maggioranza, prevedeva un’elezione di secondo grado: tuttavia questa scelta, che rischiava di creare il caos a proposito dell’utilizzo dei fondi destinati alle aree metropolitane – investimenti per oltre 800 milioni di euro come risorse già spendibili – era stata impugnata dal governo nazionale. Da qui la decisione del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, di portare subito in aula una norma che recepisce, di fatto, la legge Delrio in materia con l’elezione automatica dei sindaci dei capoluoghi a guida delle rispettive aree metropolitane. L’emendamento Ardizzone, alla fine, ha avuto il via libera, come detto, grazie a 34 voti favorevoli contro 32 contrari.

“Finalmente la riforma delle Province è completa: si chiude una fase segnata da troppe incertezze, adesso inizia una nuova stagione per i sei liberi consorzi e per le tre città metropolitane”, dicono Alice Anselmo e Giovanni Panepinto, presidente e vicepresidente del gruppo Pd all’Ars. “Un risultato – proseguono Anselmo e Panepinto – al quale abbiamo lavorato da tempo e che assicura certezza amministrativa e garanzie per i dipendenti. Ora tocca allo Stato erogare le risorse destinate agli enti di area vasta”.

Soddisfatto il presidente dell’Ars Ardizzone: “Finalmente otteniamo questo grande risultato. Sono convinto che, adesso, tre grandi città, insieme alla Regione, possano spingere di più sul governo nazionale per avere quello che ci spetta, che ci è dovuto. É stato anche importante il dibattito d’Aula. Sono dispiaciuto che siamo arrivati in ritardo, ma alla fine è prevalsa la buona politica anche nel gioco delle parti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...