USTICA. Flop dell’accoppiata Livreri-Licciardi: niente “Bandiera blu” per Cala Sidoti, candidatura bocciata

Il 18 novembre 2015, attraverso la propria pagina Facebook, l’area marina protetta “Isola di Ustica” rendeva noto di aver candidato la spiaggia di Cala Sidoti al programma “Bandiera blu” 2016. Oggi, da notizie di stampa, si apprende il fallimento di tale candidatura, dato che le uniche sei località siciliane insignite del riconoscimento sono state Tusa e Lipari, per la provincia di Messina, Ispica, Pozzallo e Ragusa, per la provincia di Ragusa, e Menfi, per la provincia di Agrigento.

La Bandiera blu è un riconoscimento internazionale che viene assegnato ogni anno in quarantanove Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extraeuropei, dall’organizzazione non governativa danese Foundation for Environmental Education. Per quanto concerne l’Italia, dalle 147 località del 2015, si è passati, nel 2016, a 152, per un totale di 293 spiagge premiate.

Le Bandiere blu sono state annunciate oggi nella sede del Cnr di Roma, e il loro rilascio è stato stabilito da una giuria nazionale alla quale hanno dato il proprio contributo alcune istituzioni tra cui il ministero per i Beni culturali, quello delle Politiche agricole, passando per il Comando generale delle Capitanerie di porto, l’Ispra e il Laboratorio di oceanologia ed ecologia marina dell’Università della Tuscia.

I parametri presi in considerazione variano dalla qualità delle acque di balneazione ai regolari campionamenti effettuati nel corso della stagione estiva dalle agenzie regionali nell’ambito del Programma nazionale di monitoraggio, passando per la depurazione delle acque reflue o la copertura fognaria, almeno all’80%. Sono tenute in conto, nella valutazione, anche la raccolta differenziata, le aree pedonali e le piste ciclabili, le caratteristiche delle spiagge (personale, accessibilità, servizi), l’educazione ambientale nelle scuole del posto, la qualità delle strutture alberghiere e la certificazione ambientale e delle procedure delle attività istituzionali e delle strutture turistiche presenti sul territorio.

Su scala regionale, ad affermarsi è stata la Liguria, con 25 località premiate, seguita da Toscana (19), Campania (14), Sardegna (14) e via via da tutte le altre regioni costiere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...