USTICA. Case popolari, istituita commissione consiliare ad hoc

(Frances Barraco) Nella scorsa seduta del Consiglio comunale di Ustica di giorno 12 maggio è stata istituita una commissione ad hoc sulle problematiche relative alle case popolari, la cui prima finalità è quella di predisporre un regolamento che, tra l’altro, è un obbligo di legge. Di una commissione consiliare, generalmente, fanno parte tre membri: due di maggioranza e uno di minoranza; dando per scontata la presenza in commissione della consigliera Lupo, che avendo la delega per le case popolari, aveva fino ad allora fatto tutto il lavoro, gli altri avrebbero dovuto essere uno di maggioranza e uno di minoranza, ma la maggioranza ha declinato la possibilità.

Così i membri della commissione sono Lupo, indipendente, D’Arca e Bellavista, entrambi minoranza. Il giorno successivo al Consiglio comunale, la consigliera Lupo ha ricevuto una Pec da parte del sindaco Attilio Licciardi, con la quale le venivano revocate sia la delega per la “raccolta differenziata” che quella per le “case popolari”, scelta, questa, motivata con il fatto che la consigliera Lupo non fa più parte del gruppo di maggioranza “Ustica Democratica”.

Ricordiamo che Patrizia Lupo era stata eletta consigliere comunale nella maggioranza nel giugno del 2013, maggioranza da cui era uscita, dichiarandosi indipendente, nell’ ottobre 2014.

Le abbiamo chiesto della sua esperienza nell’ambito della delega alle “case popolari”, e ci ha rilasciato queste dichiarazioni: “Mi sono sempre preoccupata del fatto che le case, rese libere per la morte degli inquilini, venissero affidate nel più breve tempo possibile – spiega – Per gli uffici, il più breve tempo è stato di oltre un anno e mezzo, anche avendo ricevuto una nota in merito, dall’ufficio dello Iacp di competenza. Nel frattempo, il cambio tra un capo dell’Ufficio tecnico e l’altro ha fatto anche passare di competenza il servizio case popolari, compresa la responsabile del procedimento, signora Zagami, dall’ area dell’Ufficio tecnico ad altra area, con il conseguente smarrimento dei documenti che i presunti aventi diritto avevano presentato. Questo ha fatto sì che l’assegnazione venisse ulteriormente rimandata. Mi sono personalmente impegnata alla risoluzione del caso, insieme al vicesindaco, ma solo ad aprile è avvenuta la consegna”.

“Per quanto riguarda il mio compito per il quale ho ricevuto delega – aggiunge Lupo –  l’ho assolto il 14 dicembre dello scorso anno, quando, a seguito della notizia che l’architetto Butticè, dirigente dello Iacp, mi aveva dato, e cioè che in base alla legge nazionale 560 del 24/12/1993 e alla 43 del 30/11/1994 si poteva dare seguito alla vendita degli alloggi popolari, mi sono fatta carico , convocando riunioni con gli inquilini e facendo inviare le richieste di acquisto a chi ne volesse usufruire. Ci siamo resi conto che però esisteva un problema non indifferente. La convenzione tra il Comune e lo Iacp, sebbene approvata in Consiglio, non era mai stata ratificata. Quindi, dovendo discutere per la risoluzione di questo problema, l’allora vicesindaco, mi ha conferito la delega a rappresentare il Comune negli uffici dello Iacp. Il 23 ottobre dello scorso anno, viene formalmente chiesto allo Iacp di porre in essere tutte le azioni atte a risolvere questa situazione anomala. Il 14 dicembre del 2015, abbiamo ricevuto finalmente la risposta: il   Consiglio comunale avrebbe dovuto riapprovare la convenzione e dare mandato al sindaco affinché venisse firmata. Chiaramente tutte le azioni propedeutiche a questo sono di competenza del presidente del Consiglio, che sicuramente da allora starà vagliando la situazione con i suoi tempi…”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...