ENOGASTRONOMIA. Anche Favignana nel “Bio-distretto agroalimentare” della Sicilia occidentale

C’è anche il Comune di Favignana tra le diciannove municipalitá della Sicilia occidentale che aderiscono al primo Bio-distretto agroalimentare, con cui viene definita un’area geografica in cui agricoltori, operatori turistici e pubbliche amministrazioni sono uniti per avviare una gestione sostenibile delle risorse locali, partendo dal modello biologico. L’iniziativa ha mosso i primi passi alcuni anni fa, su spinta del Comune di Petrosino, dove il sindaco Gaspare Giacalone, insieme alla sua Giunta, ha iniziato un percorso innovativo, riuscendo, appunto, a coinvolgere altri diciotto Comuni del comprensorio.

Ieri, nell’aula consiliare del Comune di Petrosino, alla presenza dei rappresentanti delle Amministrazioni comunali aderenti al progetto, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del “Simposio del biologico”, manifestazione organizzata dal Comune di Petrosino, dal 29 al 31 maggio, in occasione della firma ufficiale dello statuto del Bio-distretto.

Il Bio-distretto territoriale rappresenta una soluzione innovativa per la promozione del territorio. Nel mese di aprile 2015 è stato firmato il Protocollo di intesa, mentre il 30 maggio 2016 si procederà con la firma ufficiale dello statuto tra tutti i Comuni aderenti, che entreranno a far parte di un circuito che permetterà loro di mettere in rete le risorse culturali, naturali e produttive per la salvaguardia dell’ambiente e delle produzioni locali e per la valorizzazione della genuinità dei prodotti agroalimentari, vitivinicoli e delle bellezze naturali, progettando il futuro del territorio e dei suoi cittadini in modo illuminato, puntando sull’ecosostenibilità e sulla tutela del patrimonio ambientale, storico e culturale.

I Comuni aderenti al Bio-distretto sono: Buseto Palizzolo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castellamare del Golfo, Castelvetrano, Favignana, Gibellina, Marsala, Trapani, Vita, Paceco, Pantelleria, Partanna, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa, Valderice.

In occasione della firma dello statuto, si terrà a Petrosino una manifestazione di tre giorni, dal titolo “Simposio del biologico”, patrocinata dalla Regione, che coinvolgerà anche delegazioni internazionali e rappresentanti dei Parlamenti regionale e nazionale. Petrosino, infatti, è Comune partner di un progetto finanziato dalla Comunità europea, denominato “Centre Citizen Project”, che permette ai Comuni aderenti di incontrarsi in manifestazioni, convegni e conferenze nazionali ed internazionali per scambi di esperienze sul tema dell’ambiente, con particolare riferimento al biologico. Il prossimo incontro è stato programmato proprio a Petrosino durante le celebrazioni per la costituzione del Bio-distretto.

Il “Simposio del biologico” prevede, nella giornata di lunedì 30 maggio, visite guidate del territorio e delle aziende biologiche. In serata, invece, è previsto il momento più importante della tre giorni, ovvero la proclamazione del Bio-distretto, con la firma dello statuto, e per l’occasione, il Comune di Petrosino ha organizzato un concerto di musica classica ad opera dell’orchestra del Conservatorio Scontrino di Trapani, composta da sessanta elementi. Il concerto si terrà lungo la via Francesco De Vita, che sarà vestita a festa per l’accasione, mentre al termine il cielo si tingerà di mille colori con i fuochi d’artificio che chiuderanno la serata. Martedì 31 maggio, infine, si chiuderanno i lavori parlando di Bio-distretto, agricoltura e sviluppo sostenibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...