USTICA. Distretto “Pescaturismo”, l’attività più significativa? Un portale da 300mila euro sconosciuto ai più

(Roberto Rizzuto) “Candiderò Ustica a essere Comune capofila del distretto turistico tematico Pescaturismo, al quale l’Amministrazione Messina ha aderito; ci sono da fare alcuni adempimenti entro la fine di giugno (2013, ndr). Credo che Ustica abbia le caratteristiche per diventare Comune capofila di questo distretto, che, per com’è nei suoi programmi, diventa una grande occasione di pubblicità turistica nei mercati del nord Italia e del nord Europa”.

È il maggio 2013, siamo nel Centro congressi di Ustica, dov’è in corso un dibattito pubblico in vista delle imminenti elezioni Amministrative. Attilio Licciardi, candidato sindaco di “Ustica Democratica”, a una domanda sulle iniziative da attuare nei primi cento giorni di amministrazione in caso di successo, menziona il proprio intendimento di fare di Ustica “il Comune capofila del distretto turistico tematico Pescaturismo”.

Oltre tre anni dopo quella promessa elettorale, dunque, abbiamo cercato di approfondire quale sia lo stato dell’arte concernente il suddetto distretto e quale il ruolo, giocato al suo interno, dal Comune isolano.

Non è stata un’operazione semplice, occorre dirlo, e tutt’ora alcuni tasselli, che auspichiamo di reperire quanto prima per completare il mosaico, mancano all’appello.

distrettoIl sito istituzionale del distretto, anzitutto: il primo scoglio, nelle nostre ricerche, è stato rappresentato da questo; il portale, infatti, risulta ad oggi inattivo; nessuna chance, quindi, di prendere visione dell’organigramma ufficiale dell’associazione e della relativa documentazione burocratica circa le sue attività.

Le ricerche su Internet, dunque, ci hanno condotto su un altro portale, Sicilian Journey, che abbiamo appreso essere il sito promozionale del distretto turistico “Pescaturismo e cultura del mare”, sul quale abbiamo trovato un contatto email (distrettoculturadelmare@gmail.com), del distretto.

A quell’indirizzo, pertanto, abbiamo scritto il 10 luglio scorso, chiedendo informazioni sul distretto, e ottenendo risposta soltanto il 26 luglio, vale a dire dopo oltre due settimane di attesa. Ci ha risposto Giovanni Callea, che si è presentato come amministratore del distretto, il quale si è messo gentilmente a disposizione per essere contattato telefonicamente, cosa che abbiamo fatto il giorno stesso, 26 luglio, appunto.

Callea, anzitutto, ci ha riferito di aver appreso dalla nostra email del 10 luglio il fatto che il portale istituzionale del distretto fosse irraggiungibile, e ci ha comunicato che si sarebbe attivato, presso chi di dovere, per la sua reimmissione in rete.

Gli abbiamo, dunque, chiesto, in attesa di poter esaminare la documentazione ufficiale, alcune informazioni sulle attività svolte dal distretto e, in seno ad esso, in particolare, dal Comune di Ustica, che si candidava, per bocca del suo sindaco, tre anni fa, in campagna elettorale, a divenirne “Comune capofila”.

“Una questione mal posta – ci ha spiegato subito Callea – in quanto la struttura del distretto non prevede la presenza di un Comune capofila; piuttosto, prevede la presenza di un direttivo – composto da cinque membri espressione dell’assemblea, che racchiude soggetti privati e pubblici – e di un presidente, che, a turno, viene indicato dai sindaci; finora, dall’istituzione del distretto, si sono alternati due presidenti, uno indicato dal sindaco di Cefalù, un altro espressione dei sindaci dei Comuni della Sicilia orientale che aderiscono al distretto”.

Callea, con riferimento al Comune di Ustica, ha tenuto a precisare che l’ente isolano “svolge un ruolo di primo piano in seno alle attività del distretto”; il Comune di Ustica – ci ha detto – “è stata, infatti, la stazione appaltante del progetto forse maggiormente significativo finora condotto, ovvero la realizzazione del portale Sicilian Journey”. Un progetto, complessivamente, da circa “trecentomila euro”, ci ha riferito, sempre al telefono, Callea, il 26 luglio scorso.

Il portale Sicilian Journey risulta essere stato sviluppato da Evols, una srl iscritta nel registro delle imprese di Catania con un capitale sociale – si legge sul sito dell’azienda – di 2.500.000 euro.

Sicilian Journey rappresenta una sorta di vetrina digitale che espone le attrazioni turistiche dei Comuni aderenti al distretto, vale a dire, oltre a Ustica, Augusta, Balestrate, Cefalù, Isola delle Femmine, Pachino, Petrosino, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Terrasini, Trappeto e Vittoria.

Il portale ha una sezione dedicata agli eventi e dispone, inoltre, di un motore di ricerca interno attaverso cui è possibile prenotare una sistemazione presso una delle strutture raccomandate dal sito; per quanto concerne Ustica, sono ventisei le strutture ricettive suggerite, tra alberghi, residence, case vacanza e agriturismo.

Avremmo voluto condurre una ricerca maggiormente dettagliata sui costi esatti di realizzazione del portale Sicilian Journey e sull’aggiudicazione del relativo appalto, ma la momentanea inaccessibilità del sito istituzionale e della relativa documentazione burocratica, ce lo ha impedito, per il momento.

Per questo motivo, tanto telefonicamente quanto con una nuova mail, ancora il 26 luglio, abbiamo chiesto supporto al signor Callea, al fine di ottenere la documentazione utile a compiere tale ricerca. Al momento, tuttavia, non abbiamo ottenuto risposta.

Da parte nostra continueremo a sollecitare la documentazione in questione, al fine di fornire ai nostri lettori una quanto più completa possibile informazione su questo argomento; analogamente cercheremo di appurare la reale ricaduta, in termini di benefici per il territorio, di un portale da “trecentomila euro”, della cui esistenza, fino ad oggi, a Ustica, i più sono all’oscuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...