VIAGGI. Ustica, la perla che non smette di luccicare nemmeno in autunno

(Roberto Rizzuto) In un articolo pubblicato ieri abbiamo evidenziato quattro valide ragioni per programmare una permanenza a Ustica in questo mese di settembre.

La combinazione di un piano integrato di sconti, applicati su trasporti e servizi, con un ricco e variegato calendario di appuntamenti che spaziano dal cinema alla musica, dallo sport alla divulgazione scientifica, costituisce un valido pretesto per andare – o tornare – a Ustica nei prossimi giorni e settimane.

Al di là degli eventi contingenti, rappresentati dagli appuntamenti in programma in questo fitto calendario settembrino, tuttavia, Ustica offre di per sé delle attrazioni che esulano dalle stagioni e che, da sole, valgono il prezzo di una visita e di una permanenza. Vediamone insieme alcune.

Il mare, anzitutto, vero e proprio fiore all’occhiello dell’isola, ricco di tesori subacquei, che ne fanno una meta obbligatoria per tutti gli appassionati di profondità acquatiche. Una purezza e una bellezza preservate dalla presenza di un’area marina protetta, la prima ad essere istituita in Italia, che proprio quest’anno celebra il proprio trentennale. I fondali usticesi, abbondanti di flora e fauna subacquea, offrono scenari mozzafiato ricchi di colori. Cernie brune, ricciole, aguglie, triglie di scoglio, dentici, barracuda, orate, nonché calamari, totani, aragoste e astici: sono soltanto alcune delle specie in cui è facile imbattersi. Per non parlare delle suggestive calette, ognuna delle quali è portatrice di una bellezza distintiva; il più delle volte queste sono ben nascoste alle pendici di alte scogliere, e possono essere raggiunte soltanto via mare per mezzo di barche private o tour organizzati preposti a tale scopo.

Il mare la fa certamente da padrone a Ustica, ma non è l’unico tratto distintivo dell’isola, che regala sorprese ed esperienze suggestive anche a terra: con l’ausilio di scarpe comode e scorte d’acqua è possibile visitare i tratti più peculiari dell’isola seguendo i diversi sentieri che in essa si snodano; consigliamo, ad esempio, il percorso che dal centro abitato conduce alla torre di Santa Maria; tratto in salita, che, tuttavia, farà dimenticare lo sforzo necessario per arrivare alla meta una volta giunti dinanzi al panorama che da lì si può ammirare in tutta la sua imponente bellezza.

Malgrado la ridotta superficie terrestre, inoltre, a Ustica insistono diversi siti di interesse storico-culturale e significative testimonianze lasciate dalle civiltà del passato: immerso in uno scenario fatto di terra, mare e roccia, il villaggio preistorico dei Faraglioni conserva i resti di un insediamento umano risalente al quattordicesimo-tredicesimo secolo avanti Cristo; c’è poi il museo archeologico, con i suoi reperti risalenti all’Etá del Bronzo.

Non è tutto: camminando per le vie del piccolo centro abitato, che insiste sull’area portuale di Cala Santa Maria, si possono, quindi, ammirare numerosi murales, caratteristici dell’isola, che rappresentano molto di più di semplici decorazioni; essi sono, infatti, evocativi del fascino – ma anche della durezza – della vita di mare. Taluni di questi dipinti portano la firma di alcuni tra i più rinomati artisti italiani contemporanei.

Un capitolo a parte e di assoluto rilievo meritano le specialità enogastronomiche locali, tra cui, corre l’obbligo di menzionare il pesce fresco, gli olii e i vini di produzione locale, la cosidetta pizza all’usticese e, fiore all’occhiello, le deliziose lenticchie usticesi, piccole e saporite, recentemente inserite dall’Agenzia spaziale europea nel menu dei propri astronauti.

Unitamente al ricco calendario di eventi in programma a Ustica a settembre, quindi, com’è facile notare, ci sono tante altre valide ragioni per raggiungere l’isola, in alta come in bassa stagione; al netto di questo o di quel preciso appuntamento mondano, culturale o sportivo, c’è sempre l’isola con la sua bellezza, immutabile e cangiante allo stesso tempo, a esercitare un fascino irresistibile. Ve lo suggeriamo con il massimo della sincerità: fatevi un regalo, signore e signori, andate a Ustica.

Annunci

2 pensieri su “VIAGGI. Ustica, la perla che non smette di luccicare nemmeno in autunno

  1. Insomma, all’improvviso a Ustica va tutto bene? Mi sembra una “strana” inversione di marcia dopo tutto quanto letto nell’ultimo periodo…
    Non posso non dimenticare ad esempio l’articolo dove si menzionava la scarsa o nulla accessibilità ai servizi per i portatori di handicap.

  2. L’isola ha degli elementi distintivi naturali di innegabile bellezza. Di questo parla l’articolo. Altro discorso sono i problemi legati a un’amministrazione a nostro personale avviso, nel complesso, scadente.

    Saluti

    RR

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...