USTICA. Campionato di apnea, Chiara Obino conquista titolo italiano e record mondiale con le due pinne: 82 metri

(rr) Terza e ultima giornata, oggi, a Ustica, del campionato italiano di apnea profonda: da segnalare la prestazione di Chiara Obino, che è riuscita a scendere fino a 82 metri di profondità, conquistando il titolo italiano di immersione in apnea in assetto costante con le due pinne e facendo registrare il nuovo record mondiale per la categoria.

L’immersione della Obino – durata tre minuti e dieci secondi – ha riportato a Ustica un nuovo record mondiale, dopo quelli di Enzo Maiorca (1961) e di Umberto Pelizzari (1992). Chiara Obino ha migliorato se stessa di due metri: appena due settimane fa, infatti, aveva conquistato il primato mondiale a Cagliari, dove era scesa a una profondità di 80 metri.

Nella giornata di ieri, le non ottimali condizioni del mare hanno condizionato le gare, analogamente a quanto era accaduto nella prima giornata. A farne le spese è stata, in particolare, Alessia Zecchini, che puntava al record mondiale in assetto costante con attrezzi monopinna a -102 metri: il tentativo dell’apneista, tuttavia, non è andato a buon fine; ad aggiudicarsi la prova di ieri sono stati Davide Carrera, sceso fino a -106; Michele Giurgola (-101) e Homar Leuci (-92).

Nella prima giornata, lo ricordiamo, era in programma la gara in assetto costante senza attrezzi, vinta da Homar Leuci (-60 metri), seguito da Michele Tomasi (-59 metri) e Vincenzo Ferri (-50 metri).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...