USTICA. Bilancio di previsione 2016: il sindaco Licciardi continua a ignorare il commissariamento del suo Comune. A che pro?

(Frances Barraco) Dal nostro ultimo articolo in merito all’insediamento del commissario ad acta, Vincenzo Lauro, è nata, su Facebook, una sterile polemica su quanto da noi scritto.

Oggi, 23 novembre, il sindaco Licciardi rende nota una lettera a firma del commissario Lauro, con protocollo del 18 novembre, dalla quale si evince che, in data 16 giugno scorso, con decreto assessoriale numero 98, lo stesso viene nominato a commissariare il comune di Ustica per il consuntivo 2015.

Ricordiamo che, nella stessa data, Vincenzo Lauro, con decreto assessoriale numero 106, veniva nominato a commissariare il Comune di Ustica per il bilancio di previsione 2016.

Risulta, quindi, con ancora più chiarezza, come, al momento del suo insediamento, il giorno 18 novembre, Lauro abbia affrontato in primis l’argomento del consuntivo 2015.

Quest’ultima notizia, data da Licciardi, nulla toglie e nulla aggiunge a quelli che sono i fatti: occorrerà, comunque, attendere lo spirare dei dieci giorni lavorativi concessi, dal commissario ad acta, al responsabile dell’ufficio Ragioneria del Comune, per avere un quadro completo della situazione finanziaria al 31 dicembre 2015, corredata dalle note su quanto finanziariamente accaduto da allora ad oggi, così come richiesto dal revisore dei conti, Bruno, il quale soltanto allora esprimerà il suo parere in merito.

Annunci

Un pensiero su “USTICA. Bilancio di previsione 2016: il sindaco Licciardi continua a ignorare il commissariamento del suo Comune. A che pro?

  1. Inutile la polemica montata dal Sindaco Attilio Licciardi in merito all’incarico ricevuto dal Dott. Lauro nella qualità di Commissario, poiché lo stesso ha ricevuto mandato sia per il conto consuntivo 2015 che per il bilancio di previsione 2016.
    La nota pubblicata dal Sindaco altro non è che l’atto ufficiale di insediamento del Commissario per arrivare alla approvazione, o meno, del conto consuntivo 2015. Adempiuto a tale atto, con analoga nota, si insedierà per la stesura del bilancio di previsione 2016.
    L’insediamento viene fatto con provvedimento separato perché da tale data decorrono novanta giorni per la conclusione sia della fase istruttoria che della eventuale approvazione. Appare di tutta evidenza che, dovendo ancora risolvere la questione relativa al conto consuntivo 2015, non è intelligente lasciare trascorrere inutilmente i termini previsti dalla legge.
    Rilevo, inoltre, non senza preoccupazione, che il Sindaco ha cominciato a parlare al plurale affermando: ” ….. come sosteniamo da mesi”.
    In questo caso, allora, mi domando: o non è lui solo a non capire, oppure, in lui si è incarnato il mago Othelma e come lui ha cominciato a parlare in terza persona.
    Nell’un caso o nell’altro non c’è da stare sereni.
    Carmela Caserta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...