USTICA. Trasporti integrativi, Licciardi annuncia soluzione per cinque anni, ma la Libertylines conferma accordo solo per il 2017

(Roberto Rizzuto) Con un messaggio pubblicato su Facebook, il sindaco di Ustica, Attilio Licciardi, ha annunciato la risoluzione dell’emergenza venutasi a creare in relazione ai collegamenti marittimi integrativi espletati in convenzione regionale dalla compagnia marittima Libertylines, ex Usticalines.

La vicenda, nota ai nostri lettori, riguarda il periodo lasciato scoperto dall’ultimo bando regionale (tre mesi per il primo anno; cinque mesi negli anni a seguire), nell’ottica di una riduzione della spesa pubblica necessaria alla copertura del servizio.

Il primo stop dei collegamenti integrativi, secondo quanto previsto dal bando di gara, sarebbe dovuto intercorrere dal primo gennaio al 31 marzo 2017.

Licciardi, tuttavia, ha annunciato che la Libertylines “ha accolto la proposta formulata dal Comune di Ustica e dalla Regione sugli assetti per i mezzi veloci. La proposta – afferma Licciardi – riguarda l’intero anno solare e prevede due corse di andata e ritorno nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo; tre corse nei mesi di aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre. Nei mesi di luglio e agosto sono previste cinque corse al giorno. Per i prossimi cinque anni – conclude Licciardi – non sorgeranno altri problemi”.

Stando a quanto affermato dal sindaco di Ustica, l’accordo tra la Regione e Libertylines, dunque, coprirà i prossimi cinque anni, e le corse lasciate scoperte dall’interruzione del collegamento integrativo saranno assicurate dal collegamento veloce della SNS, ovvero la ex Siremar, di cui Libertylines ha rilevato il segmento dei trasporti veloci. Si tratterà, in sostanza, di sottrarre una corsa dai mesi primaverili e autunnali per trasferirla sui mesi scoperti.

Diversi, tuttavia, sono i riscontri che la nostra redazione ha ottenuto dopo aver contattato la compagnia marittima della famiglia Morace. Secondo quanto riferitoci da fonti interne alla Libertylines, infatti, la società di navigazione, avrebbe comunicato alla Regione di accettare l’accordo solamente per il 2017. Non una soluzione definitiva, dunque, ma una soluzione tampone per affrontare la scadenza incombente del 31 dicembre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...