USTICA. La Giunta “democratica” diserta il confronto con la cittadinanza: inevasi gli interrogativi su bilancio e trasporti

(Frances Barraco) Ieri, così come annunciato, si è svolto un incontro tra cittadini, cui erano stati invitati tutti i membri dell’Amministrazione.

Rispetto al precedente, questo incontro ha visto una grande presenza di persone, all’interno e all’esterno del gazebo messo a disposizione da un privato. Anche questa volta la discussione si è svolta in modo pacato e ordinato, ciascuno ha avuto modo di dire la sua.

Erano presenti, tra gli altri, i membri del gruppo consiliare di minoranza e la consigliera indipendente Lupo, assenti tutti gli altri, sebbene sull’isola ci fossero almeno due assessori e diversi consiglieri del gruppo di maggioranza.

Il tema trattato, come annunciato la volta scorsa, ha riguardato la situazione economica del Comune, elemento nuovo l’adeguamento, al rialzo, delle tariffe dell’acqua, che si è concretizzato nell’ultima settimana.

Vista la totale assenza dell’Amministrazione attiva, le domande dei cittadini, in merito a quanto sta accadendo, sono rimaste senza risposta. Si sono aperti quindi nuovi fronti di riflessione, è stato affrontato il tema dei trasporti, alla luce di quanto accaduto lo scorso mercoledì, quando un nutrito numero di cittadini, impediti a ritornare a Ustica a causa di un guasto all’aliscafo, ha pacificamente occupato la biglietteria rivendicando il diritto a vitto e alloggio, come sancito, in questi casi, dal regolamento europeo, pubblicato peraltro anche sul sito della compagnia marittima Libertylines.

Sono intervenuti a dare notizie in merito alcuni di coloro che avevano partecipato alla protesta, ricusando l’accusa di aver voluto utilizzare questo episodio per finalità di natura politica.

La riunione, soddisfacente per il numero dei partecipanti e la qualità degli interventi, ha lasciato totalmente insoddisfatte le domande cui avrebbe dovuto dare risposta l’Amministrazione attiva.

Sono aumentate l’inquietudine e la preoccupazione riguardo alla possibilità di dissesto finanziario del Comune, e altissimo è il disgusto per il comportamento degli amministratori assenti, nessuno dei quali ha riconosciuto la necessità e il dovere istituzionale di dare risposte a cittadini che, con intento propositivo, pongono domande. L’assenza dei componenti della Giunta Licciardi e dei consiglieri del gruppo di maggioranza denuncia, una volta di più, una grave carenza nella capacità di confronto democratico da parte di questi ultimi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...