USTICA. Con quasi quattro anni di ritardo parte la raccolta differenziata

(Frances Barraco) Dal foglio Facebook “Ustica Democratica”, il sindaco Attilio Licciardi ha annunciato, per il prossimo 27 marzo, l’inizio, sull’isola, della raccolta differenziata, servizio porta a porta che “prevede, nei diversi giorni della settimana, la raccolta delle differenti frazioni (umido/organico, plastica, carta e cartone, indifferenziato). Con modalità diverse saranno conferiti presso l’area di trasferenza i rifiuti ingombranti”.

Il primo cittadino isolano ha annunciato, inoltre, che, “nei prossimi giorni, attraverso assemblee cittadine, incontri nelle scuole e distribuzione di materiale informativo, verrà informata tutta la cittadinanza”.

Un’ottima notizia, anche alla luce del recente aumento delle tariffe relative alla tassa sui rifiuti. Nelle prossime due settimane, quindi, il Consiglio comunale dovrà approvare il regolamento sulla raccolta differenziata, mentre ferverà l’attività di dipendenti comunali in incontri propedeutici nelle scuole, distribuzione di materiale informativo e non mancheranno le assemblee cittadine.

Una svolta non indifferente nelle abitudini dei cittadini usticesi, che, con buona volontà, dovranno adoperarsi a riorganizzare le proprie abitudini, non solo per raggiungere e ottimizzare il riutilizzo dei materiali di scarto, ma anche per alleggerire i costi sostenuti dal Comune per lo smaltimento dei rifiuti, che, per ricaduta, produrranno anche un beneficio economico per le tasche di ciascuno.

Occorre, a questo proposito, fare una riflessione e chiedersi come mai, stante che la stazione di trasferenza si trova ancora sotto sequestro e non sono quindi cambiate le condizioni che, ancora nel 2013, all’inizio di questa consiliatura, sembravano essere ostative all’avvio di questo servizio, ora invece, questo si stia mettendo in atto.

Non si può non pensare alle centinaia di migliaia di euro spesi in questi anni per la raccolta e il trasferimento in terraferma dei rifiuti e al recente aumento delle tariffe relative proprio alla tassa sui rifiuti.

È necessario fare chiarezza su questo punto, quindi, nelle assemblee che informeranno i cittadini sulle modalità di attuazione della raccolta differenziata; sarà opportuno chiarire anche come mai questa sia messa in essere solo ora, nel 2017, e non prima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...