USTICA. Celebrati i funerali di Giuseppe Pellerito, ma la sua morte resta un mistero

(Frances Barraco) Si sono celebrati, oggi, a Ustica, i funerali di Giuseppe Pellerito, l’usticese qui scomparso tra la notte di domenica 21 e lunedì 22 maggio, e ritrovato cadavere quattro giorni dopo nelle acque prospicienti il porto.

Una morte, tutt’ora, misteriosa, che ha visto l’avvicendarsi di carabinieri e tecnici dell’Arma, e che ha prodotto lunghi e interminabili interrogatori a coloro che, in un modo o nell’altro si erano accompagnati a Pellerito nelle sue ultime ore di vita.

Nulla si conosce, ancora, in merito all’esito delle indagini; la salma, sottoposta ad autopsia, è stata resa disponibile alle esequie soltanto ieri.

La chiesa era gremita di gente. La morte di Pellerito ha colpito in modo profondo la piccola comunità isolana; il mistero che tutt’ora la avvolge, oltre ad aver alimentato chiacchiere e voli di fantasia, ha fatto riflettere tanti su come sia possibile che, a Ustica, un fazzoletto di terra dove tutti conoscono tutti, si possa morire in modo così anonimo e misterioso.

Poteva essere stata una disgrazia, ipotesi che le prolungate indagini dei carabinieri hanno fatto svanire. Ecco, quindi, che oggi tanti usticesi hanno presenziato alla esequie, quasi a sottolineare che “siamo tutt’ora una comunità unita e solidale”. Padre Lorenzo, nell’omelia, ha invocato la giustizia divina e ha invitato a parlare. Il sindaco ha proclamato, per la giornata, il lutto cittadino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...